Home / Informazioni e Notizie / A. Grosso La Valle (Unpli): “Competizioni elettorali, trovare la giusta concentrazione tra valori ed impegni”

A. Grosso La Valle (Unpli): “Competizioni elettorali, trovare la giusta concentrazione tra valori ed impegni” 0

24/05/19- Il consigliere nazionale Unpli Calabria, Antonello Grosso La Valle, sull’appuntamento elettorale del 26 maggio:

“Le competizioni elettorali rappresentano più di altre un momento di riflessione, un resoconto generale del lavoro politico e della governance dei territori di chi aveva assunto in passato quell’impegno e di chi oggi intendere assumere quel ruolo di gestione della cosa pubblica, un momento di valutazione della crescita e dello sviluppo dei propri territori, le amministrative e europee a cui siamo chiamati il prossimo 26 maggio, chiamano in causa il diritto dovere di esercitare il voto ma soprattutto di mantenere aperto il confronto e il dialogo con le forze politiche e umane in campo. Centralità della persona, creare concretamente opportunità di lavoro, politiche giovanili e del welfare, argomenti basati su progetti ma soprattutto dose di altruismo e di azione collettiva, devono essere il motore e il movente di una sana e corretta politica che deve tornare a gestire la res publica attraverso un impegno reale e di condivisione del bene comune.

Miglioramento della qualità della vita, programmare e realizzare progetti dove i cittadini possono vivere tutti gli aspetti della cultura, arte e dei propri patrimoni diventando protagonisti delle scelte, soggetto e non oggetto delle scelte. Questo può e deve essere un impegno chiaro dei candidati che ovviamente necessitano di un percorso di approfondimenti e di una propria storia di azioni a favore del territorio e sull’essere parte integrante di un modello che può funzionare. L’Italia è in una fase di cambiamento così come più evidente nelle aree più fragili come quelle del Mezzogiorno e quindi la nostra Calabria, o più nello specifico nel mio paese di origine: Belvedere M.mo, si ritrova a valutare i tanti aspetti del cambiamento. Ecco perché l’invito è anche quello di dare la giusta importanza alle elezioni europee, oggi più che mai le decisioni prese nel cuore dell’Europa si ripercuotono in maniera tangibile ed effettiva anche nei comuni, cuore pulsante del nostro Paese. Il passato ha mostrato in più occasioni come scelte scellerate abbiano compromesso il progresso di interi territori, come la non rappresentanza istituzionale abbia agevolato compromessi di alcuni a danno di altri. Bisogna contraddistinguere il dialogo interculturale e quel senso di essere cittadino attivo superando o meglio allontanando conflitti e attacchi. Bisogna ritrovarsi in piazza e dialogare, incontri continui con ogni soggetto attivo che rispecchia esigenze e bisogni delle proprie realtà, essere tifosi del territorio, orgogliosi di operare in sinergia e allontanare contrasti, riacquistare fiducia e stima nelle potenzialità e nella logica della resilienza allargata. Selezionare gli interventi per indice di priorità e soprattutto le persone, dopo le competizioni tutte le persone di buona volontà si devono riunione per un piano di sviluppo unitario con la consapevolezza di alimentare anche le persone che da lontano vogliono contribuire.

Questo è il messaggio che come consigliere nazionale dell’Unpli, da sempre impegnato in attività di promozione, divulgazione, difesa del proprio territorio, rappresentante del terzo settore della nostra regione, ma ancora prima come cittadino, voglio esprimere; nella speranza che questo mio pensiero possa essere condiviso e accolto positivamente in un rinnovato impegno reciproco, da coloro che hanno deciso di competere a questa tornata elettorale, sia per il rinnovo delle amministrazioni comunali sia per il Parlamento europeo.”