Home / Informazioni e Notizie / Diamante: Critiche a provvedimento di sgombero sul longomare

Diamante: Critiche a provvedimento di sgombero sul longomare 2

DIAMANTE-27/01/16- Sono giorni che a Diamante si attendono i provvedimenti in merito all’occupazione del suolo pubblico da parte dei commercianti sul lungomare e il gruppo consiliare Diamante e Cirella per una Diamante Migliore, interviene in merito alla questione ritenendola ai limiti del paradosso in un paese dove si parla di destagionalizzazione  ma i fatti o meglio gli atti, nella sostanza dimostrano di non andare verso quella direzione.

“Vogliamo destagionalizzare? Bene, si comincia dai servizi. L’Amministrazione Comunale invece fa una forzatura contro i commercianti che anche d’inverno offrono sul lungomare il servizio ai tavoli e che pagando 12 mesi di suolo porterebbero soldi freschi nelle casse del Comune. Applica addirittura, per mano ed a firma del Comandante pro – tempore della Polizia Municipale, l’art. 20 del Codice della Strada dimostrando di essere contro la destagionalizzazione, contro il turismo, contro Diamante!

L’art. 20 autorizza infatti le concessioni di suolo pubblico a patto che l’occupazione della carreggiata non determini intralcio alla circolazione ed a condizione che l’occupazione dei marciapiedi o del lungomare garantisca una zona adeguata per la circolazione dei pedoni e delle persone con limitata o impedita capacità motoria. Dove sta dunque il problema? Perché applicarlo? Non ci sembra ci siano gli estremi per applicarlo su Corso Vittorio Emanuele, su via Santa Lucia e sul lungomare. Dunque per assurdo d’estate si dovrebbero smontare le strutture di mattina per rimontarle di pomeriggio quando scatta l’isola pedonale? Cosa centra allora il Codice della Strada? Assurdo, tutto assurdo, allo sbando più totale.
Abbiamo chiesto comunque, ai sensi dell’art. 22 del vigente Regolamento per la convocazione, le adunanze ed il funzionamento del Consiglio Comunale di Diamante di ritirare gli atti relativi ad eventuali procedimenti di sgombero ai sensi dell’art. 20 del Nuovo Codice della Strada emanati dal Settore Polizia Municipale. Abbiamo chiesto ovviamente che tali atti eventualmente emanati siano opportunamente corredati da contestuale dichiarazione di legittimità prodotta dal Segretario Comunale dal quale ci attendiamo chiarimenti in merito alla legittimità di questi assurdi provvedimenti.
Il problema è la concessione del suolo? E’ il pagamento della COSAP? Bene, basterebbe verificare i pagamenti, comunicare con i commercianti e magari mettere mano al regolamento COSAP perché se è vero che esiste la possibilità di pagare il suolo pubblico con tariffa annuale, non esistono però le corrispondenti concessioni annuali e la mancanza è dell’Amministrazione non certo dei commercianti che a questo punto non sanno cosa pagare, a chi pagare, come pagare, se sia utile sottoporre le strutture mobili al parere dei beni ambientali. Improvvisazione totale.
Basterebbe vincolare e concedere le occupazioni annuali con struttura mobile, nello stesso regolamento, previo parere favorevole da parte dei competenti uffici che afferiscono alla Soprintendenza belle arti e paesaggio della Calabria, se il problema è questo. Esiste la tariffa ma dunque non esiste la concessione corrispondente a quella tariffa, la politica si occupa di suolo pubblico solo quando c’è da fare confusione ma poi si brancola nel buio più totale scaricando sempre e comunque ogni responsabilità sui commercianti, come ha fatto l’Assessore Maiolino nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale.
E’ bene fare una riflessione di natura prettamente politica, il Sindaco sovrintende a tantissime funzioni ed a tantissimi servizi espletati dal Corpo di Polizia Municipale per cui se all’improvviso quasi si decide di danneggiare l’immagine e l’economia della nostra città applicando con una forzatura mai applicata l’art. 20 del Codice della Strada riferito all’occupazione del suolo pubblico, la responsabilità politica è del Sindaco.
Caro Gaetano, ti consideriamo un pessimo Sindaco ma sappiamo anche che sei un galantuomo, manda tutti a casa, assessori e Consiglieri, o sarà sempre e comunque colpa tua!”

Gruppo Consiliare “Diamante & Cirella PER UNA DIAMANTE MIGLIORE”