Home / Informazioni e Notizie / Situazione Porto di Diamante. Il Comitato Difesa Ambiente ottiene un incontro con il Sindaco

Situazione Porto di Diamante. Il Comitato Difesa Ambiente ottiene un incontro con il Sindaco 0

20/02/21– Cosa succede sul Porto di Diamante? Il Comitato Difesa Ambiente ha ottenuto un incontro con il Sindaco Sen. Ernesto Magorno.


Questione Porto di Diamante. Il Sindaco Magorno ha accettato l’incontro con i rappresentanti del Comitato Difesa Ambiente, che si terrà Lunedì prossimo. La delegazione sarà composta da Franco Grimaldi, Valentina Salemme, Tonino Ciponte, Rino Perrone, Francesco Naso, Francesco Cirillo.

“Le voci che circolano sul Porto di Diamante -dichiarano dal Comitato– sono decine e quasi tutte inverosimili o verosimili in parte. Chi dice che ci sia una cordata pronta ad appropriarsene, chi dice che Santoro col suo ingegnere Salatino uscito dalla porta stia rientrando dalla finestra, chi dice che i giochi per il Porto stiano spaccando la maggioranza per interessi contrapposti di privati da difendere. Noi sappiamo quello che vediamo. Un’area abbandonata a sé, se pur aperta, un’area sulla quale si è giocato con la precedente Amministrazione accusata di non procedere velocemente all’acquisizione dell’area e per questo fatta cadere.

Ricordiamo che l’Amministrazione Sollazzo cadde il 27 febbraio del 2019 grazie alle firme di Savarese e Pascale che si aggiunsero a quella del Gruppo Magorno e di Diamante Migliore. Savarese e Pascale firmarono perché accusarono il Sindaco Sollazzo di essere subordinato ai giochi di potere della Regione che non voleva sganciare né finanziamenti né mollare il concessionario Santoro. Eppure sarebbero bastati 7 giorni per far scoprire le carte alla Regione con la quale si era già prefissata una riunione a Catanzaro.

“Basta viaggi della speranza” gridarono in coro Diamante Migliore e Diamante Futura. Caduto Sollazzo, di viaggi della speranza ne sono stati fatti decine, l’ultimo con Savarese, il 5sindaco Magorno e il Capo ufficio tecnico Vaccaro. Una riunione informale è stato detto, per questo non esiste verbale. Siamo tornati, abbiamo l’impressione a quei giorni a quell’anno. Ma almeno prima sapevamo tutto, c’era un’assemblea popolare che veniva informata, c’erano contatti continui nei quali si veniva a conoscenza di quanto succedeva alla Regione, e le lettere venivano pubblicate sul sito del Comune, dove ancora è possibile leggerle.

E’ per tutto questo che abbiamo chiesto al Sindaco Magorno un incontro dove si possa discutere democraticamente e liberamente della situazione Porto e far conoscere alla popolazione lo stato dei fatti.”

Comitato Difesa Ambiente

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites