Home / Informazioni e Notizie / Belvedere M.mo. L’A.I.A.S. ha accolto i primi rifugiati ucraini

Belvedere M.mo. L’A.I.A.S. ha accolto i primi rifugiati ucraini 0

15/03/22 – BELLISSIMO GESTO DELL’A.I.A.S SEZ. DI CETRARO CHE HA ACCOLTO PRESSO LA CLINICA SPINELLI DI BELVEDERE M.MO, I PRIMI RIGIUGIATI UCRAINI SCAPPATI DALLA GUERRA 


Nello scorso fine settimana sono arrivati a Belvedere M.mo i primi profughi ucraini accolti dall’A.I.A.S. Sezione di Cetraro, presso la Casa di Cura Spinelli, messa a disposizione per l’ospitalità dei rifugiati dall’inizio del conflitto, così per come già comunicato nei giorni scorsi all’Agenzia ONU per i Rifugiati ed alle autorità territoriali competenti.

“In un momento così drammatico per il popolo ucraino, l’A.I.A.S. Sezione di Cetraro (CS) – ONLUS non poteva rimanere indifferente, ed è per questo che si è immediatamente attivata per offrire, ancora una volta, un valido e concreto supporto alle persone in difficoltà”

Sono le parole della Dott.ssa Maria Rachele Filicetti che ha chiesto all’Associazione di manifestare la propria disponibilità in attesa che la struttura si avvii alla sua attività medico-diagnostico-riabilitativo per il trattamento delle patologie neurologiche prevalentemente dell’età evolutiva.

Già nello scorso week end, la Sezione A.I.A.S., su input della Dott.ssa Filicetti, aveva provveduto a consegnare un piccolo ma preziosissimo contributo al Consolato Ucraino recandosi con i suoi volontari presso la Basilica di Santa Sofia di Roma dal Rettore della Chiesa Ucraina Cattolica, che ha molto apprezzato il materiale sanitario e di primo soccorso generosamente offerto, impegnandosi a proseguire con la raccolta di quanto necessario per la cura dei feriti e, al contempo, ad attivarsi per garantire un punto di riferimento sicuro ai numerosi profughi, fortemente provati dalle ferite e dai traumi di questo inspiegabile ed atroce conflitto, che a breve si sarebbero rifugiati in Italia.

Donne e bambini sono già ospiti presso la Casa di Cura Spinelli ma l’A.I.A.S. si dichiara pronta a proseguire con l’ospitalità dei profughi in arrivo nei prossimi giorni, alcuni dei quali minori ed affetti da disabilità.

I comment soon chiusi.

Theme developed by ThemeStash - Premium WP Themes and Websites